QUESTIONARIO “VIOLENZA CONTRO I MEDICI VETERINARI” – Aperto fino al 30 giugno 2022

Lo scorso 11 marzo si è tenuta la riunione di insediamento dell’Osservatorio nazionale sulla sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie, di cui all’art. 2 della legge del 14 agosto 2020, n. 1131. L’Osservatorio, oltre a monitorare gli episodi di violenza commessi ai danni dei lavoratori del settore e gli episodi sentinella, ha anche il compito di promuovere la formazione del personale medico e sociosanitario finalizzata a prevenire e gestire i conflitti, nonché migliorare la comunicazione tra professionista e paziente/cliente.

Questa circostanza rimette il tema della sicurezza degli ambienti di lavoro e la tutela degli operatori sanitari nell’esercizio della loro attività nel novero delle sfide che FNOVI intende assumere visto che, da tempo, sta sollecitando le istituzioni competenti ad intervenire, con gli strumenti a disposizione, individuando nuove soluzioni per arginare il drammatico fenomeno della violenza sugli operatori sanitari, ed in particolare sui medici veterinari, prima che si trasformi in una vera e propria emergenza di sanità pubblica.

Al fine di attivare un percorso di approfondimento interno del fenomeno, così da raccogliere il maggior numero di dati possibili, è stato predisposto un questionario rivolto agli iscritti i quali riceveranno un’e-mail, all’indirizzo presente nella scheda dell’Albo unico, recante l’invito a partecipare tramite link personalizzato. Potranno altresì raggiungere il questionario accedendo alla loro area personale sul portale FNOVI, dopo aver fatto il login.

Il questionario denominato “Violenza contro i medici veterinari” è assolutamente anonimo ed è stato articolato nella sua formulazione allo scopo di inquadrare quanto più possibile gli episodi di violenza nonché i contesti in cui questi si determinano, oltre che strutturato in modo da delineare la condizione personale in cui i medici veterinari si trovano a esercitare.

Il termine per la compilazione del questionario è fissato al 30 giugno 2022.

Si confida in una adesione all’iniziativa quanto più estesa possibile per poter disporre di un’ampia panoramica degli episodi di violenza, sia verbale che fisica, subiti dai colleghi.

Riuscire a realizzare un quadro della situazione, con le risposte che si raccoglieranno a livello nazionale e che poi saranno analizzate – anche con il contributo di esperti – consentirà di conoscere il punto di vista dei medici veterinari e lavorare per aiutare a soddisfare le loro richieste di sicurezza che passano attraverso una strategia, su scala nazionale, di azioni finalizzate alla prevenzione dei rischi.

https://www.fnovi.it/node/49764

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × quattro =